Invecchiamento cutaneo: cos'è il DMAE e come ti aiuta!

Invecchiamento cutaneo - DMAE

Il DMAE (dimetilaminoetanolo) è una molecola utilizzata per rallentare l'invecchiamento cutaneo, precursore dell'acetilcolina: un neurotrasmettitore rilasciato dai nervi ai muscoli per indurne contrazione e tensione con un'azione diretta sul tono dei tessuti. Con l'età infatti la presenza di questa sostanza, che tonifica e restituisce turgore, diminuisce drasticamente.

Questa molecola è stata presentata durante il 60° congresso di dermatologia nel 2002 negli Stati Uniti, supportata da numerosi studi clinici che ne avallano il profondo potere antiage, antiossidante e soprattutto l'attività di produzione diretta dell'acetilcolina.

Pelle viso

Il DMAE è da anni utilizzato in chirurgia e medicina estetica per iniezioni intradermiche al fine di combattere il rilassamento cutaneo di viso e corpo e la perdita di tono, migliorare l'ovale del viso, ridurre le rughe, levigare le pieghe naso-labiali, indebolire la pigmentazione. Si è guadagnata successivamente, grazie a numerosi risultati della ricerca scientifica anche in ambito topico/cosmetico, un primo posto tra i prodotti antiage più lussuosi e all'avanguardia. 

Studi ed efficacia contro L'invecchiamento cutaneo

In uno studio clinico su 156 partecipanti, un gel cosmetico con il 3% di DMAE (applicato per 4 mesi) ha ridotto i segni dell’invecchiamento cutaneo. In particolare, i soggetti che hanno utilizzato il gel hanno riportato un miglioramento in termini di:

  • rughe della fronte e del contorno occhi;
  • forma e pienezza delle labbra;
  • occhiaie;
  • tonicità del collo;
  • giovinezza complessiva della pelle.

Similmente, in un altro studio su 30 volontari, un gel topico con DMAE al 3% ha aumentato la compattezza della pelle del viso rispetto al veicolo (stesso gel senza DMAE).

Un’altra ricerca ha osservato che una formulazione con DMAE applicata per 8 settimane ha idratato la pelle e ha aumentato la produzione di collagene in soggetti umani.

La mesoterapia (iniezioni cutanee con minuscoli aghi) con DMAE e aminoacidi ha aumentato i livelli di collagene e ha avuto notevoli effetti anti-invecchiamento.

Cosa fà il DMAE contro l'invecchiamento cutaneo:

  • Azione diretta sulla membrana cellulare con conseguente protezione dall'attacco dei radicali liberi dell'ossigeno.
  • Miglioramento della coesione dei cheratinociti
  • Aumenta tonicità dei tessuti in modo evidente
  • Riduzione dello spessore di solchi cutanei, rughe profonde e di espressione
  • Azione depigmentante schiarente
  • Azione capillaro-protettiva
  • Protezione delle strutture extracellulari come collagene
  • Azione antiossidante profonda 
  • Miglioramento idratazione cutanea
  • Stimolazione del turnover cellulare

L'applicazione locale di preparati a base di DMAE produce effetti molto rapidi che permangono per circa 24 ore e che però a medio lungo termine, con un utilizzo costante, tendono a stabilizzarsi con un risultato duraturo.  

Affinché sia ben veicolato, assimilabile e attivo è consigliabile inserirlo in formule ben bilanciate che contengano molecole di supporto come acido lipoico e vitamine A, C ed E.

Tutti questi attivi sono contenuti nella nostra linea antiage REVOLUTION 

Linea Revolution erboristeria Binasco

Questo attivo è presento nel nostro: DMAE LIPOIC REVOLUTION contorno occhi 

DMAE e salute: non solo invecchiamento cutaneo

Dal punto di vista strutturale, il DMAE è un alcol primario con una struttura simile alla colina.

Pertanto, il dimetilaminoetanolo rappresenta un precursore di importanti molecole biologicamente attive come l’acetilcolina.

Nello specifico, l’acetilcolina aiuta a regolare molte funzioni controllate dal cervello, compreso il sonno REM, le contrazioni muscolari e le risposte al dolore.

Di conseguenza, il DMAE è stato sperimentato in ambito farmacologico per le sue potenzialità neurotrofiche, ad esempio nella gestione:

  • del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD),
  • del morbo di Alzheimer,
  • dell’autismo,
  • della depressione,
  • della dipendenza,
  • di deficit cognitivi lievi.

DMAE e salute del cervello

Un trattamento di 3 mesi con DMAE (500 mg al giorno) ha migliorato le prestazioni scolastiche in 74 bambini con disturbi del comportamento e dell’apprendimento. Tuttavia, lo studio presentava limiti significativi come la scarsa numerosità del campione e una valutazione lacunosa dei sintomi .

In due studi su oltre 260 pazienti, il DMAE non ha fornito miglioramenti significativi nella malattia di Alzheimer .

Tuttavia, in uno studio clinico su 60 pazienti con disturbi mentali lievi, il DMAE ha migliorato la cognizione, la forza e i livelli di energia. Anche quando associato a vitamine e minerali, il DMAE ha migliorato l’umore, l’energia e il benessere in 80 soggetti sani.

 

Elisa Santangelo erboristeria Binasco

Elisa Santangelo Founder linea cosmetica Bnatur
Erborista, fitoterapeuta, floriterapeuta,
esperta in dermocosmesi e massaggio viso

Lascia un commento

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione prima della pubblicazione