Integratori a base di Omega 3, 6 e 9 ed i loro benefici

Si sente spesso parlare di Omega e dei benefici che questi elementi apportano al nostro organismo, ma cosa sono davvero queste sostanze?

Quando parliamo di omega 3, 6, 9 intendiamo tre tipi di acidi grassi polinsaturi. Negli omega 3 e negli omega 6, parliamo di grassi "essenziali" perché il nostro corpo non è in grado di produrli ma sono fondamentali per la nostra salute, quindi dobbiamo assumerli con l'alimentazione. Gli omega 9, invece, rientrano in una categoria di elementi che il nostro organismo è in grado di sintetizzare partendo da altri tipi di grassi.

Questi grassi sono fondamentali perché hanno almeno tre funzioni molto importanti: servono per la creazione degli ormoni, producono energia e costituiscono le membrane cellulari. L'assenza di un adeguato apporto di questi elementi può portare a parecchi problemi come stanchezza cronica, problemi gastro-intestinali, problematiche alla pelle, alle unghie, formazione di acne e molte altre patologie che la scienza mette in correlazione alla scarsità (o cattiva proporzione) di omega nel nostro organismo.

Dove si trovano gli Omega

L'alimentazione corretta, come sempre, ci può aiutare nell'introdurre nel nostro corpo la giusta quantità di omega 3 e omega 6.

Gli omega 3 li troviamo nel pesce che vive in acque fredde (tonno, salmone, merluzzo, halibut, sgombro e altri tipi di pesce azzurro, ...), nei semi di lino, di canapa, nelle noci, nei cereali e nei vegetali a foglia verde.

Gli omega 6 si trovano soprattutto negli oli vegetali, nei carboidrati complessi e nei comfort food, ma anche nei legumi, l'olio di oliva, di girasole, noci, mandorle, arachidi, etc.

Gli omega 9 invece, si trovano sia in grassi di origine animale che in grassi di origine vegetale. Principalmente nell’olio di oliva.

Visto che gli omega 9 possono essere sintetizzati dal nostro corpo, concentriamoci sugli omega 3 e 6.

Gli omega 3 hanno una azione globalmente anti-infiammatoria, mentre gli omega 6 hanno un’azione sulla risposta infiammatoria del nostro organismo. Infiammatoria o antinfiammatoria a seconda della quantità introdotta.
I grassi saturi sono quelli che vengono assorbiti più velocemente dall'organismo e danno subito energia, mentre i grassi insaturi hanno una struttura più complessa e per essere assorbiti devono innescarsi nell'organismo umano una serie di meccanismi per facilitarne la scissione, per cui è necessario più tempo.

Gli Omega-9 sono acidi grassi polinsaturi, caratterizzati da legami complessi. Sono grassi che comunque fanno bene all'organismo perché riducono il livello di colesterolo cattivo, prevenendo malattie cardiovascolari.

Rapporto Omega 3/Omega 6

Proprio per questa differenza fondamentale, è molto importante assumere questi due importanti elementi in una giusta proporzione. Nella dieta occidentale, infatti, c'è un abuso di alimenti che contengono omega 6 (questo elemento è presente anche nel famigerato olio di palma), mentre scarseggiano gli alimenti che contengono omega 3. Questo squilibrio potenzia eccessivamente la risposta infiammatoria del nostro organismo, portando a problematiche molto fastidiose, come una condizione di infiammazione cronica nel nostro organismo.

Il rapporto ideale tra omega 6 e omega 3 dovrebbe essere di 4:1, ma spesso nelle diete occidentali arriva ad essere di 13:1, per l'eccessivo consumo di olio, cereali e carne d'allevamento rispetto soprattutto al consumo di pesce. Per godere dei benefici degli omega 3 e 6 occorre quindi una dieta molto sana e bilanciata, per permettere ad entrami gli elementi di agire correttamente.

EPA E DHA ideale

Per gli adulti e gli anziani con condizioni di salute buona: Si consiglia di assumere da EPA 400 mg, DHA 200 mg.
In gravidanza e allattamento: Si consiglia di assumere da EPA 400 mg, DHA 200 mg.+ altri 100-200 mg/die di DHA.

Da un confronto tra EPA e DHA ci sono studi che affermano i migliori benefici del DHA

  • Cancro: in esperimenti eseguiti su animali il DHA si è dimostrato più efficace rispetto all’EPA nell’inibire il fattore di attivazione della proteina1 (AP-1) che è implicata nello sviluppo tumorale.
  • Ipertensione: alti livelli di DHA nel sangue, in soggetti ipertesi e con diabete, hanno portato a un miglioramento dei valori pressori.
  • Problemi infiammatori: la supplementazione di DHA, ha diminuito il numero di neutrofili circolanti, le concentrazioni di proteina C-reattiva (CRP) e dell’interleuchina-625.
  • Nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, un rapporto di 4/1 (omega-6/omega-3) si associa con una diminuzione del 70% della mortalità, un rapporto di 2,5/1(omega-6/omega-3) si associa a una ridotta proliferazione cellulare nei pazienti con cancro colonrettale e un rapporto più basso omega-6/omega-3 nelle donne con carcinoma mammario è risultato associato ad un ridotto rischio. Un rapporto di 2/1 (omega-6/omega-3) è risultato vantaggioso nel sopprimere l’infiammazione nei pazienti con artrite reumatoide, e un rapporto di 5/1 (omega-6/omega-3) ha avuto un effetto benefico sui pazienti con asma, mentre un rapporto di 10/1 ha avuto conseguenze avverse. Quindi un rapporto inferiore di acidi grassi omega-6/omega-3 è ideale per ridurre il rischio di molte delle malattie croniche di elevata prevalenza nelle società occidentali
  • Gli Omega 3 potrebbero essere una nuova arma per contrastare l'obesità.
  • Una serie di studi condotti sui roditori e sull'uomo suggerisce che questi acidi grassi contrastino l'accumulo di grasso e promuovano la perdita di peso se associati a una dieta ipocalorica o all'esercizio fisico.

La quantità di EPA ed in particolare di DHA, sostanze contenute negli omega 3, è fondamentale per raggiungere buoni risultati.

I nostri OMEGA 3

BENESSERE OMEGA

DOSE PER 1 PERLA:

OMEGA 3: 1 grammo
EPA: 660 mg
DHA: 333 mg

Inoltre è presente anche l’acido lipoico, potente antiossidante e ipoglicemizzante, Vitamina E e Vitamina D.

PROVENIENZA:
Omega3 estratto da olio di pesce pescato nell’Oceano Indiano al largo delle isole Mauritius secondo rigidi standard di sostenibilità della pesca in aree FAO. Rigidi controlli qualitativi secondo standard farmaceutico garantiscono l’assenza di contaminanti. L’olio di pesce, estratto da tonno, è trattato con argilla naturale per eliminare gli odori ed addizionato con Vitamina E per preservarlo dall’ossidazione.

Cos'hanno di diverso?

In generale tutti gli omega attualmente in commercio contengono meno di 200 mg di DHA per perla.
Inoltre, è presente anche l’acido lipoico, potente antiossidante e ipoglicemizzante, Vitamina E e Vitamina D.

Ecco perché è un prodotto eccezionale ed unico.

Ideale per problematiche come:

  • stanchezza cronica,
  • ansia ed irritabilità,
  • capelli fragili,
  • problemi gastro-intestinali,
  • problematiche alla pelle e alle unghie,
  • formazione di acne,
  • Blocco del metabolismo

Lascia un commento

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione prima della pubblicazione